"Interisti.org produzioni e nudo" orgogliosamente presenta


In fondo al cuore di ogni uomo cattivo
si nasconde un orsetto che
chiede solo tanti grattini

LA CAROLA DI NATALE - SECONDA PARTE

Il secondo degli spiriti: il viaggio con l'angelo inutilizzato

Interno notte, Milanello. Stanza elegante dei dirigenti con vaporizzatore di essenze al pino giapponese.

Russare prodigiosamente rumoroso. Una spettrale figura di angelo scuote il letto.

Angelo inutilizzato: "Uh uh uuuuuh. Disturben?".

Moggi: "Perché mai? Sono le due del mattino. In 'sto cazzo di posto non lo passo più il Natale"

Vogel: "Mi riconoscen?"

Moggi: "No"

Vogel: "Come no? Perché nezzuno a Milanellen mi riconoscen! Sono io, sono... come mi chiamo? Ah ya, Fogel"

Moggi fingendo di riconoscerlo: "Certo, Fragol"

Vogel: "Tu molto cattifo: vergognen, non ti sei mai accorten del..."

Moggi rimettendosi la beretta e girandosi dall'altra parte: "...del male che ho fatto agli altri. Sì, Sì, ok. Buona notte."

Vogel: "Eh nein, FAFFANCULO: almeno qvando sono titolaren in un film, dico io le mie battuten. E adesso fieni, ti condurrò a sentire qvello che dicono di te i ciocatori sentimentali."

Esterno notte. Le due figure vagano per la Lombardia imbiancata, fermandosi di casa in casa.

Kalac a casa di Kalac: "Lo odio: ha chiesto a Milan Lab di usare i miei organi per gli infortunati"

Inzaghi a casa di Inzaghi: "Ho 40.000 Milanelli di multa perché in area mi butto poco: ma come faccio a cascare da sdraiato?"

Seedorf
a casa di Costacurta: "Se sapevo che veniva qui, porco il mondo, restavo all'Inter"

Soggettiva sul labbro inferiore di Moggi che comincia a tremolare

Moggi piagnucolando: "Ma... ma... qualcuno che mi vuole bene ci sarà pure?!"

Vogel: "Dì un nome"

Moggi: "Sergello o l'altro brasiliano... dai... ce l'ho sulla punta della lingua... quello vecchissimo"

Vogel prende la vestaglia di Moggi e lo trascina alla cena di Natale dei brasiliani


Serginho : "Lo odio: mi chiama broccu"

Cafù: "Me gufa: ellho me domanda tutti i jiorni qual è a vita media in Brasil"

Pirlo cantilenando: "Mi manca molto Bahia"

Dida: "Tu sei de Brescia"

Pirlo andandosene: "Ah scusate, allora ho sbagliato festa"

Vogel fissa Moggi che si asciuga le lacrime

Moggi: "Perché mi odiano tutti? Beh, Vieri mi stima sicuramente. Dov'è?"

Vogel: "In Prianza: l'hai mandato a seminare il terroren tra i passeri"

Stacco su un campo di bietole. Piano americano di Vieri in piedi con le braccia allargate e un cappello di paglia in testa
.

Vieri bestemmiando tra sé e sé: "Sono comunque trecento volte uomo più di lui, e quattrocentomila volte più maturo"


Natale a Casa Milanello - Terza Parte

Il sito non ufficiale di Casa Milanello - Prima Serie

Il sito non ufficiale di Casa Milanello - Seconda Serie

 

......

 

 


I Bellissimi di I.org salutano


Superint

Per i nostalgici di I.org, ecco le nostre edizioni cartacee

Mai Stati in B, e voi?

Inter abbiamo un problema, o no?<