Da un'idea di Galliani, Dida, Ancelotti, Ambrosini, Abbiati, Mauro Suma, Kaladze, Shevchenko, Kaką, Albertini, e molti altri affezionatissimi...

CASA MILANELLO

Il tran tran della "Famiglia Milan"

Mamma mia quante novità in questa quarta serie della casa dei sentimenti. Sono sempre Nicholas, il babacchione de "La famiglia Bradford". Avrete notato che in questa edizione la foto che era a destra nella terza serie ora è a sinistra. Ma, presto, andiamo tra le stanze segrete di Milanello, dove si vive in armonia e gioia universale nella "Grande Famiglia Milan". In questa puntata, dopo un periodo buio, la squadra dei sentimenti raggiunge l'Inter in classifica e Gilardino si fa raccontare un bella storia.

SETTIMA PUNTATA - QUARTA SERIE

Esterno, camera da letto dei bambini con arredamento falso minimal.
Ore 20:05. Ancelotti sta rimboccando le coperte a Gilardino

Gilardino: "Capo, abbiamo raggiunto l'Inter, capo".

Ancelotti: "Sì, Alberto dormi ora"

Gilardino: "Siamo davvero un grande gruppo, vero capo? Mi racconti una storia?".

Ancelotti: "Va bene, cucciolone" prende un libro dal comò "Ti racconterò la storia del centrocampista che faceva parte di una grande famiglia e che poi è stato cacciato a calci e adesso tutti fanno gli amiconi"

Gilardino: "Che beeeeeella".

Ancelotti: "C'era una volta un giocatore della vecchia guardia che venne sacrificato. 'Andranno via in tanti' gli dissero, ma mandarono via solo lui. Lui ci rimase male e disse: "Si è scritto e detto che vado via perchè non accetto di partire in panchina. Niente di più falso" e anche "sognavo di poter concludere la mia carriera in questa società, ma in questi mesi si sono verificate cose che mi hanno fatto riflettere". Comunque dovette fare le valigie".

Gilardino: "Capo, che storia triste, capo"

Ancelotti: "Fu ceduto all'Atletico Madrid con la formula del prestito, e la sua squadra di mille battaglie si accollò persino l'ingaggio pur di mandarlo via."

Gilardino già mezzo intontito dal sonno: "Ma se era in prestito allora è tornato, capo"

Ancelotti: "Sì, ma quando tornò i dirigenti gli fecero capire che non c'era più spazio. Lui non parlava, ma gli amici raccontavano di quanto fosse amareggiato. Fu allora che venne scambiato alla pari con un terzinaccio di riserva"

Gilardino sbadigliando: "Capo, per fortuna che al Milan queste cose non succedono, capo"

Ancelotti: "La sua carriera era ormi finita e allora dichiarò: 'Il modo in cui sono stato allontanato dalla squadra mi ha riempito di dolore e non l'ho mai capito'.

A metà della frase Gilardino si raggruppa a feto e si addormenta.

Ancelotti esce in punta di piedi dalla stanza
: "A che ora c'è la conferenza per l'addio al calcio di Albertini? Devo ricordarmi di non andare"

§§§

San Valentino. Kakà porta Timorata, la cugina cuneese di Gattuso,
a una cena romantica per parlare dei loro recenti problemi coniugali

Kakà: "Timorinha, te dedicu gli assist di domenica".

Timorata annuisce

Kakà: "In questo momentu sono importanci le parole e le spiegazioni"

Timorata annuisce

Kakà: "E’ così, ma dobbiamo affrontare il momento nel modo justo".

Timorata annuisce

Kakà: "Quindi questa notte io vorrei fare amore con te per...".

Forte rumore di schiaffo


Gattuso dalla sedia a fianco: "Cafon, per chi l'hai pres mia cugina: 'na zoccola?".


FINE DELLA SETTIMA PUNTATA DELLA QUARTA SERIE

CASA MILANELLO: IL SITO NON UFFICIALE

 
I Bellissimi di I.org salutano


Steff

Per i nostalgici di I.org, ecco le nostre edizioni cartacee

Mai Stati in B, e voi?

Inter abbiamo un problema, o no?<