Da un'idea di Galliani, Ancelotti, Ambrosini, Abbiati, Mauro Suma, Kaladze, Shevchenko, Kakà, Albertini, e molti altri affezionatissimi...

CASA MILANELLO

Il tran tran della "Famiglia Milan"

Ciao sono Tommy, quello de "La famiglia Bradford", che non si ricorda nessuno. Oggi sarò io a portarvi tra le stanze segrete di Milanello, dove si vive in armonia e gioia universale nella "Grande Famiglia Milan". In questa puntata i giocatori festeggiano una belissima domenica passata assieme. E ricordate che domani ci sarà l'ultimo episodio della prima serie.


SETTIMA PUNTATA - Garage, i giocatori salgono allegri sul pullman sociale dotato di tendine in stile e tv con box interattivo del digitale terrestre

Ancelotti: "E visto che siamo primi in classifica, ci siamo proprio meritati una giornata da Mc Donald's."

Kaladze: "Cuorpo di mille vodke, mister. Ma noi non siamo primi in classifica"

Ancelotti: "Io non guardo alla classifica, il campionato è lungo."

Gilardino rivolto a Ancelotti: "Papà, papà, il pullman non parte"

Ancelotti: "Beh, Agrate Brianza è a soli trenta km. Servono due brillanti volontari per spingere"

Vogel: "Sono già contento, mi rimetto alle decisioni dell'allenatore"

Jankulowski: "I complimenti del Mister fanno piacere, io sono sempre a disposizione"

Ancelotti: "Ragazzi, voi mi commuovete. E adesso, via, mulinare con quelle gambe"

§§§


Interno notte. Corridoio adornato da preziosi arazzi all'altezza delle camere dello staff tecnico. Un cicalio eccheggia nel silenzio del buon riposo.

Nella camera dell'allenatore, sta trillando il telefono sul comodino.
Ancelotti si sveglia di soprassalto e solleva il ricevitore.


Ancelotti: "Presidente, glielo giuro: domenica giochiamo con due punte".

Dall'altro capo del filo: "Mishte, sono Vieri".

Ancelotti: "Bobo! Cosa ci fai ancora sveglio a quest'ora?"

Vieri: "Mishte, fa caldo nella mia stanza. E non mi sono ricordato di prendere una bottiglia d'acqua per la notte, giù al bar".

Ancelotti: ...

Vieri: "In più Mishte, ci sarebbe Di Biagio che è venuto a trovarmi: mi sta aspettando fuori dai cancelli del ritiro. Posso uscire a prendere una boccata d'aria con lui?"

Ancelotti: "Ma è davvero così calda, la tua camera?".

Vieri: "Calda calda, Mishte".

Ancelotti: "Vabbè, vai pure. Ma torna entro venerdì, che domenica ho intenzione di schierarti titolare".

Vieri: "Grazie, Mishte! Prometto che non farò tardi. Posso prendere la sua macchina?"

Ancelotti: "Ma certo! Le chiavi sono appoggiate sul cruscotto. E nel serbatioio c'è il pieno: l'ho fatto ieri".

Vieri: "Sei come un padre, Mishte. Buona notte!".

Ancelotti (riappendendo il telefono): "La sua soddisfazione è il nostro miglior premio".

FINE DELLA SETTIMA PUNTATA


§§§

E domani, nell'ultima puntata della prima serie: Paolo Maldini è assalito da un dubbio su Christian Vieri.

§§§

La segnalazione "Il milanista generoso e grande personaggio storico" del giorno

Ci segnala Andrea.
Link: "Sheva fa gol anche a Hitler"

La segnalazione "Il milanista che ommioddio adesso mi metto a piangere" del giorno

Ci segnala Cristian.
Inzaghi: "Vieri e Gilardino sono dei grandi giocatori, due ragazzi fantastici con cui ho proprio un rapporto speciale, ed è bellissimo questo. Prima della partita Vieri mi ha detto che se avessi segnato mi avrebbe abbracciato e io gli ho detto che l'avevo già pensato senza che lui me lo dicesse; questo ti fa capire come qui si accettino anche la panchina o la tribuna, e questo è bello anche per chi gioca."

Torna al sito non ufficiale di Casa Milanello

 

I Bellissimi di I.org salutano


Foreverb

Per i nostalgici di I.org, ecco le nostre edizioni cartacee

Mai Stati in B, e voi?

Inter abbiamo un problema, o no?<