Con l'Inter Campione d'Italia, il Milan sotto il livello del mare e la Juve in B, questo Interisti.org ha concluso questo progetto.
Alcuni già battono la strada ed altri arriveranno. Forse. Magari proprio qui, puntuali come una rabona di Gresko.
LA LEGGENDA DEGLI UOMINI STRAORDINARI (10-11-2004)

Dopo il secondo "Indiana Jones", persino Steven Spielberg aveva esaurito le idee. Gli allenatori dell'Inter sembrano invece avere una creatività infinita: ci vuole infatti una bella fantasia per riuscire a centrare il nono pareggio stagionale in undici partite di campionato. Il Bologna si presenta al Meazza con uno schieramento medievale, erigendo davanti alla porta di Pagliuca un muro di cinta dai cui barbacane i difensori fanno colare olio bollente sulle teste degli attaccanti nerazzurri. Serve dunque Mihajlovic, munito di cingoli dentati onde facilitarne gli spostamenti sul campo, per vincere la fiera resistenza felsinea: con due colpi di mortaio il serbo manda per due volte in vantaggio gli uomini di Orsi, prima da solo e poi con la collaborazione di Adriano, ovviando così anche al provvisorio pareggio dei rossoblù con Petruzzi. Ma quando uno pensa di averle viste tutte, un nuovo effetto speciale degno degli Universal Studios fa sfociare una serata apparentemente tranquilla in un dramma hollywoodiano: solo come Tom Hanks in "Cast Away", Bellucci colpisce di testa a centro area quando mancano appena tre minuti dalla fine della gara, insaccando alle spalle di un Toldo curiosamente restio nelle uscite. Il due a due non scoraggia però l'Inter, che al 92' manda in campo Recoba: strano che con ben diciotto secondi a disposizione, l'uruguaiano non trascini i suoi alla vittoria. Nella foto, Harry Potter: anche il suo inserimento, così tardivo, non avrebbe probabilmente sortito effetti positivi sull'esito del match.
Archivio Completo delle News
Per i più nostalgici, ecco la seconda edizione cartacea